la sicurezza sul lavoro la pretende chi si vuol bene!          











 
  l'Associazione    
link
    prima la salute  
 
 studi e c o   t u t e l a news
 
video    

l'inquinamento indoor

    tutela legale
  campagna
nazionale
per la riduzione
degli
inquinanti

presenti
nei

luoghi di lavoro

(AVVISO)
   
LA SOLUZIONE ITALIANA
    con
particolare
 riferimento
alle emissioni
di stampanti
e

fotocopiatori
laser

(AVVISO)
 
 

LA PREVENZIONE CONVIENE

 
 

dal SITO DELL'INAIL  >>>>

CONTRIBUTI INAIL A FONDO PERDUTO

L’INAIL ha stanziato fondi, a carattere nazionale, ripartiti tra le varie regioni d’Italia, al fine di finanziare gli investimenti delle imprese in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Nello specifico, sono ammessi a contributo tre tipologie di iniziative:

1)     Progetti di investimento;

2)     Progetti di formazione;

3)     Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

Spese ammesse ammissibili:

Sono ammesse a contributo tutte le spese necessarie alla realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, nonché le eventuali spese accessorie o strumentali, funzionali alla realizzazione dello stesso ed indispensabili per la sua completezza.

Sono anche ammesse a contributo le eventuali spese tecniche, entro certi limiti.

Ammontare del contributo:

Il contributo in c/capitale, è pari al 70% delle spese ammesse sostenute, al netto d’IVA.

Per le tipologie

1 (progetti di investimento) e 3 (progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale)

 il contributo minimo erogabile è di € 5.000 e, per l’impresa individuale, è ridotto a € 2.000.

***

Per la tipologia 2 (progetti di formazione) il contributo minimo è di € 1.000.

Il contributo massimo ottenibile è pari a € 100.000,00.

Scadenza termine presentazione delle domande:

Le domande di contributo vanno inviate all’INAIL entro il

14 febbraio 2011,

e a partire dal 12 gennaio 2011 e fino all’esaurimento dei fondi disponibili.

Per quel che riguarda i progetti di investimento, tra gli altri,

sono finanziabili anche quelli di cui al punto d) dell’allegato 1:

Interventi relativi alla riduzione/eliminazione di fattori di rischio quali, ad esempio, esposizione ad agenti biologici, sostanze pericolose, agenti chimici, cancerogeni e mutageni, ecc.