la sicurezza sul lavoro la pretende chi si vuol bene!          











 
  l'Associazione    
link
    prima la salute  
 
 studi e c o   t u t e l a news
 
video    

l'inquinamento indoor

    tutela legale
  spazio web dedicato
alla sensibilizzazione

ai fini della la riduzione
degli
inquinanti

presenti
nei

luoghi di lavoro


(AVVISO)
   
LA SOLUZIONE ITALIANA
    con
particolare
 riferimento
alle emissioni
di stampanti
e

fotocopiatori
laser

(AVVISO)
 
 

LA PREVENZIONE CONVIENE

 
 

dal SITO DELL'INAIL  >>>>

CONTRIBUTI INAIL A FONDO PERDUTO

L’INAIL ha stanziato fondi, a carattere nazionale, ripartiti tra le varie regioni d’Italia, al fine di finanziare gli investimenti delle imprese in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Nello specifico, sono ammessi a contributo tre tipologie di iniziative:

1)     Progetti di investimento;

2)     Progetti di formazione;

3)     Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

Spese ammesse ammissibili:

Sono ammesse a contributo tutte le spese necessarie alla realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, nonché le eventuali spese accessorie o strumentali, funzionali alla realizzazione dello stesso ed indispensabili per la sua completezza.

Sono anche ammesse a contributo le eventuali spese tecniche, entro certi limiti.

Ammontare del contributo:

Il contributo in c/capitale, è pari al 70% delle spese ammesse sostenute, al netto d’IVA.

Per le tipologie

1 (progetti di investimento) e 3 (progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale)

 il contributo minimo erogabile è di € 5.000 e, per l’impresa individuale, è ridotto a € 2.000.

***

Per la tipologia 2 (progetti di formazione) il contributo minimo è di € 1.000.

Il contributo massimo ottenibile è pari a € 100.000,00.

Scadenza termine presentazione delle domande:

Le domande di contributo vanno inviate all’INAIL entro il

14 febbraio 2011,

e a partire dal 12 gennaio 2011 e fino all’esaurimento dei fondi disponibili.

Per quel che riguarda i progetti di investimento, tra gli altri,

sono finanziabili anche quelli di cui al punto d) dell’allegato 1:

Interventi relativi alla riduzione/eliminazione di fattori di rischio quali, ad esempio, esposizione ad agenti biologici, sostanze pericolose, agenti chimici, cancerogeni e mutageni, ecc.